COMUNICATO FABI INCONTRO 6 MAGGIO 2019

Gruppo Intesa Sanpaolo

Inserito il 07 Maggio 2019

Scarica il file allegato

Comunicato incontro del 6 maggio 2019 - “PVR, SET, Sistema incentivante NPL, Lavoro Flessibile”


Durante l’incontro odierno sono stati presentati i dati sull’andamento 2018 in merito alla valutazione delle prestazioni, PVR, SET, sistema incentivante NPL ed un aggiornamento sul lavoro flessibile da casa.

Valutazione delle prestazioni e PVR.

I Colleghi oggetto del sistema di valutazione delle prestazioni, quindi destinatari del PVR, sono stati in totale 52.484. Di questi, l’11% hanno avuto accesso al premio di eccellenza.

Vogliamo ricordare ai Colleghi che, come ogni anno, la lettera di “presentazione” del premio non esplicita la differenza tra la parte “base”, quella legata alla professionalità e la parte discrezionale ovvero dell’eccellenza.

Questo, come abbiamo più volte ribadito all’azienda, crea “confusione” (a nostro parere voluta) su quanto contrattato e quanto erogato dal responsabile a titolo discrezionale.

Per poter consentire ai colleghi di comprendere meglio nel dettaglio la composizione dei premi vi rimandiamo a questo link per prendere visione delle tabelle aggiornate sul PVR.

SET e Piano di incentivazione NPL

Le filiali andate a premio per il SET sono state 1.407 su 4615 (il 30%) per un totale di 12002 colleghi coinvolti. Di queste 281 hanno visto raddoppiarsi il premio secondo accordo.

Il piano di incentivazione NPL ha visto contestualmente premiati 1989 colleghi nelle strutture di Banca dei Territori oggetto del piano e di 501 colleghi in CLO

Questi risultati dimostrano come i colleghi si siano spesi nel proprio lavoro, soprattutto e nonostante le mancanze croniche di organico ed il difficile clima economico e sociale che stiamo attraversando.

Lavoro Flessibile

Al 31 dicembre 2018 risultano aderenti al LFC 12.250 colleghi, per un totale di circa 300.000 giornate fruite, con una sostanziale parità di utilizzo di genere. Di queste giornate il 93% sono state effettuate da casa, il 7% circa da Hub ed una cifra residuale dal cliente.

Per quanto riguarda il numero di giornate fruite nel mese la suddivisione è la seguente:

- Il 43% dei colleghi ha avuto una fruizione abituale pari o superiore a 2 giorni,

- Il 14% di oltre 5 giorni,

- Il 29% tra i 2 ed i 5 giorni

In risposta alle nostre reiterate richieste la banca ha comunicato che è in corso di studio la sperimentazione per estendere la possibilità di utilizzo del LFC ai colleghi della Filiale Online e ad altre strutture non ancora coperte per vincoli tecnologici o di processo.

È questo un punto sul quale da tempo chiediamo attenzione: il LFC è uno strumento che può aiutare a gestire la difficile relazione vita – lavoro, soprattutto in strutture che operano su turni spesso disagiati. L’attenzione aziendale non può svilupparsi solamente nella direzione del potenziamento del servizio, ma deve anche tenere conto del benessere dei colleghi che “mandano avanti la baracca” nonostante le difficoltà ed i disagi.

Varie ed eventuali.

Per quanto riguarda gli anticipi per le spese legali dei colleghi provenienti dalle ex-venete sono pervenute ad oggi alla banca 63 richieste, delle quali:

  • 27 avevano i requisiti per l’accoglimento e sono state autorizzate al rimborso già a dicembre,
  • Per 25 domande il procedimento è ancora in corso,
  • 11 richieste sono state respinte in quanto non avevano titolo (colleghi già cessati o per i quali non era prevista la tutela contrattuale).

Per quanto riguarda le richieste respinte riguardanti colleghi pensionati o esodati, ricordando che possono in ogni caso richiedere un finanziamento fino a 50.000€ come previsto dalle condizioni agevolate.

Abbiamo chiesto che la Banca di rivedere la propria posizione e di intervenire anche su questa platea.

L’azienda ci comunica la fine della sperimentazione dell’orario sui due turni per i colleghi che lavorano su Pulse, con conseguente adozione di tale orario come standard. Nel mese di giugno è inoltre prevista l’apertura di una nuova sede Pulse a Forlì.

Assegni di esodo. Risultano non ancora liquidati da parte dell’INPS una elevata percentuale degli assegni di esodo dei colleghi usciti nel mese di dicembre. La Banca conferma di aver trasmesso all’INPS tutto il materiale necessario agli adempimenti normativi.

Contratti misti: L’azienda procederà alle prime assunzioni con contratto misto degli ex stagisti. L’impianto di remunerazione sarà sostanzialmente lo stesso degli attuali contratti misti in essere, con la garanzia, per i primi 6 mesi, di una provvigionale pari a 1354,08 lordi mensili.

Torino/Milano, 6.5.2019

LA SEGRETERIA FABI GRUPPO INTESA SANPAOLO


 

 

Se clicchi qui puoi andare sulla nostra pagina e mettere subito MI PIACE